LUCAS ZANOTTO presenta PLANK

 

Il designer, animatore e regista italiano Lucas Zanotto ha realizzato per PLANK un cortometraggio nel quale utilizza i mobili dell'azienda come oggetti di scena in una sequenza di "tiri a canestro" divertenti. A differenza dei tradizionali video pubblicitari, che presentano prodotti di design in un contesto lifestyle, il film è girato in un semplice studio per focalizzare l'attenzione sulle forme iconiche senza tempo dei mobili e sulle loro qualità funzionali. Utilizzando il suo caratteristico stile di animazione in camera, Zanotto costruisce una serie di scene apparentemente impossibili da realizzare, in grado di far sorridere lo spettatore.

Prodotto in uno studio di Bolzano, il film inizia con il designer - italiano ma ormai di base a Helsinki - che sposta davanti alla telecamera tavoli e sgabelli della collezione MIURA disegnata da Konstantin Grcic per PLANK. Infine, appoggia una tazza sul piano di un tavolo. Zanotto esce dall'inquadratura, poi torna e lancia una pallina da ping pong che rimbalza più volte sui mobili, posizionati con precisione, prima di atterrare perfettamente dentro alla tazza. Nei 40 secondi successivi il trucco viene ripetuto più volte, partendo da posizioni sempre più improbabili dei mobili PLANK. Ci arriva così un'emozione intensa, coinvolgente e gratificante, causata dalla ripetuta suspence dei tiri impossibili che vanno a segno nella tazza.

La collaborazione tra PLANK e Zanotto è nata qualche anno fa, dopo che il designer era stato presentato all'azienda da un contatto comune. Da quando si è trasferito in Finlandia, Zanotto si è fatto conoscere per le sue animazioni giocose e i suoi lavori pubblicitari per grandi marchi internazionali. In questo progetto, gli è stata data carta bianca per sperimentare e presentare i prodotti PLANK in modo divertente.

Michael Plank commenta: "Seguo Lucas Zanotto da un po', è un artista riconosciuto sulla scena internazionale. Quello che mi affascina del suo lavoro è la creatività con cui approccia i suoi progetti. Quando ho conosciuto Lucas ero sicuro di voler fare un progetto insieme. Abbiamo valori in comune: l'attenzione ai dettagli e la sfida a creare qualcosa di memorabile e senza tempo".

 

INTERVISTA A LUCAS ZANOTTO

Lucas Zanotto è un designer, animatore e regista di origine italiana, ora di base a Helsinki. È noto per le sue animazioni scherzose e i suoi video pubblicitari per marche come Google, Barclays, Amazon e Telia. Ha ricevuto diversi premi per il suo lavoro, tra i quali l'Apple Design Award e il Leone d'Oro a Cannes.

Puoi parlare del tuo background e di come sei entrato nel mondo del cinema e dell'art direction?

Ho iniziato a studiare architettura, ma poi mi sono trasferito a Milano per studiare Design di Prodotto. Ho lavorato per un paio d'anni in una grande agenzia e durante questo periodo è nato il mio interesse per il cinema e l'animazione, così ho iniziato a sperimentare.

Mi piacciono le texture e le forme, sono partito mettendo insieme l'animazione in-camera con il cinema, a mixare media diversi. Negli ultimi dieci anni ho fatto principalmente questo tipo di animazione in-camera nei miei lavori pubblicitari.

Come descrivi i processi e le tecniche che usi per creare i tuoi film? Cosa c'è di insolito o innovativo nel tuo modo di lavorare?

Il mio lavoro combina tecniche diverse, ma venendo da un background di Product Design mi piace usare un approccio analogico, costruendo il set e facendo riprese dal vivo.

Filmare in camera rende il lavoro originale perché se lo facessi di nuovo non sarebbe lo stesso. Ci sono sempre delle imperfezioni o imprevisti che capitano e dai quali sono attratto.

Di recente, ho anche iniziato a giocare con i software 3D, creando animazioni per lo più per Instagram, che sembrano piacere alla gente. Sono arrivato a notare che ci sono aspetti della costruzione e dell'animazione in software 3D che sono abbastanza simili al mio modo di lavorare nella vita reale.

Il tuo film per PLANK mostra una pallina da ping pong che rimbalza su diversi mobili e atterra in una tazza più e più volte. Come ti è venuto in mente questo concetto?

Mi hanno messo a disposizione una selezione di mobili PLANK e la completa libertà di farne ciò che volevo, cosa piuttosto rara al giorno d'oggi. Ho cercato di creare una bella composizione che mostra i mobili dalle migliori angolazioni.

L'atterraggio della pallina da ping pong nella coppa è una cosa così semplice ma in un certo senso anche magica. Tutti possono relazionarsi con quella sensazione di quando si cerca di fare qualcosa di improbabile e ci si riesce. Guardando il film si ha la stessa emozione ogni volta che la pallina finisce nella tazza. È molto gratificante e finisce che continui a guardare il video per farlo succedere di nuovo.

Lavorare in questo modo deve essere molto impegnativo e al tempo stesso frustrante. Quanto è stato difficile centrare la tazza proprio come volevi?

Sicuramente questo progetto ha richiesto molto lavoro, passione e pazienza. Ci sono voluti più di 2.000 tiri di palline da ping pong e alcuni shot hanno richiesto anche quattro ore di lavoro. Ma credo che sia proprio questo che lo rende piacevole da guardare.

Cosa pensi che questa collaborazione dica di PLANK come marca?

PLANK crea prodotti seri e di alta qualità. Collaborazioni come questa dimostrano che sono anche aperti a realizzare progetti diversi, unici. La fiducia che hanno riposto in me dimostra che è una marca coraggiosa e aperta alla sperimentazione.

Quanto sei soddisfatto di come è andato il progetto e che impatto pensi avrà sulle persone?

Penso che il film sia molto attuale perché i trucchi di questo tipo sono diventati molto popolari sui social media. È importante fare qualcosa che faccia sorridere le persone. Molta dell'arte che apprezzo ha un aspetto divertente e non si prende troppo sul serio. Finora, tutti quelli a cui ho mostrato il film hanno reagito con entusiasmo.

Intervista di Alyn Griffiths

Ricevi di tanto in tanto aggiornamenti, approfondimenti e ispirazioni:

Privacy
Copyright © 2021 Plank Srl. All rights reserved.
P.IVA IT 00060460219

ImprintPrivacyCookies