In conversazione con Christian Girardi, fondatore del Global Forum Südtirol

Che cos’è e che importanza ha il tempo? Come possiamo interpretarlo in modo diverso? Queste sono solo alcune delle domande discusse di recente al Global Forum Südtirol (GFS) - un convegno annuale che mira a stimolare il pensiero futuro tra i membri della comunità creativa, sociale ed economica dell'Alto Adige. In questa intervista Christian Girardi, fondatore e organizzatore del GFS, spiega come differenti relatori internazionali hanno esposto il tema "Il tempo è denaro – burnout collettivo o cambio di paradigma?", e come PLANK abbia contribuito a rendere il convegno un successo, nonostante le restrizioni dovute al covid-19.

Ha fondato il Global Forum Südtirol nel 2009. Come descrive il GFS e i suoi principali obiettivi?

Il nostro think tank, collocato in una piccolissima provincia italiana multilingue e transfrontaliera, vuole offrire prospettive e stimoli su temi globali e futuri, con l'obiettivo di contribuire alla discussione e alla definizione di una visione per l'Alto Adige. Negli anni passati ci siamo concentrati su diversi temi tra cui la bellezza, la digitalizzazione e la biodiversità.

Il tema dell'evento di quest'anno era "Il tempo è denaro - burnout collettivo o cambiamento di paradigma?“ Perché avete scelto questo tema?

Il tema è stato individuato nel novembre 2019. Conosciamo tutti la frase "Il tempo è denaro", coniata dal Padre Fondatore americano Benjamin Franklin. Il nostro obiettivo era di andare oltre il denaro e spiegare che cos'è il tempo e discutere la sua importanza nella società odierna. Si collega al tema dell'anno scorso che era „La bellezza & il PIL - competitive identity o valore trascurabile?“, perché credo che la vera bellezza sia senza tempo. Sono costantemente affascinato e ispirato da questo legame tra tempo e bellezza.

Quali sono i punti chiave o le idee che sono emerse quest'anno?

La conclusione principale è stata sicuramente quella di interpretare il tempo in modo nuovo e viverlo al fine di contribuire a incrementare sia la felicità e la qualità della vita, sia la nostra salute e la produttività. Gli ultimi due aspetti sono stati affrontati da Charlotte Lockhart e Andrew Barnes, i fondatori del movimento Four-Day-Week, che si sono uniti a noi dalla Nuova Zelanda. Il covid-19 ci ha dimostrato che il mondo non può continuare a diventare sempre più veloce. Bisogna concentrarsi maggiormente su ciò che è importante, come per esempio passare il tempo con la famiglia. Se non impariamo a vivere nel presente, non saremo in grado di vivere la bellezza che ci circonda. Inoltre non troveremo nemmeno il tempo per creare bellezza.

Crede che il pubblico del GFS sia stato ricettivo verso queste grandi idee e abbia imparato qualcosa da applicare nella vita di tutti i giorni?

Quello di cui parlo può sembrare filosofico, ma sicuramente influisce sulla nostra vita quotidiana. Confido nel fatto che i partecipanti presenti al Forum abbiano iniziato a riflettere sulla dimensione del tempo e che siano tornati a casa con nuovi stimoli. Il feedback che abbiamo ricevuto è stato uno dei migliori di sempre e si poteva percepire un'atmosfera davvero positiva. Questo è dovuto sicuramente ai contenuti che abbiamo trattato e anche allo sforzo che abbiamo intrapreso in termini di bellezza.

Quali sono state le principali sfide che avete dovuto superare nell'organizzare un evento come questo durante la pandemia globale in corso?

È stata una vera sfida perché, quando per la prima volta ho approcciato la nostra event location, sembrava tutto vietato a causa delle restrizioni. Questo ci ha dato una spinta di creatività. Visto che non ci era permesso usare i tipici tavolini rialzati, abbiamo quindi pensato di dare a ogni partecipante uno sgabello MIURA stool di PLANK da usare per gustare gli spuntini, per sedersi, per scrivere, riporre documenti o il proprio tablet. Oltre all'aspetto funzionale, siamo così riusciti a riempire lo spazio con bellezza.

Su cosa altro state lavorando attualmente? Quali sono le vostre prospettive per il futuro del GFS?

Attualmente stiamo lavorando sul tema per il prossimo Forum. Sono molto fiducioso che l'evento si terrà anche l’anno prossimo, come minimo nel modo in cui è stato gestito quest'anno. Inoltre sto sviluppando un nuovo brand e servizio che sarà lanciato a breve e che si dedicherà alla bellezza senza tempo.

Intervista di Alyn Griffiths
Foto: © Global Forum Südtirol